);

Territorio

Anima Bed e Wellness si trova a 20 min. dai trulli di Alberobello, dalle grotte di Castellana, gli scavi di Egnazia e i bellissimi centri storici di Ceglie Messapica, Martina Franca, Cisternino e Brindisi. A 50 min. da Lecce Bari , Taranto. A 90 minuti da Matera e Gallipoli. E’ situato nella favolosa Valle d’itria.

VALLE D’ITRIA – Terra di eleganti cittadine di casette bianche – ma soprattutto terra della pietra, della calce e dei trulli. Morfologicamente e strutturalmente antichissimo, il trullo, singolare costruzione con la base di calcina e la copertura conica di chiancarelle, si presenta generalmente come episodio isolato tranne nel caso di ALBEROBELLO. Unico centro abitato costituito interamente da queste abitazioni contadine del XVI secolo è stato riconosciuto nel 1996 dall’ U.N.E.S.C.O. Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Descrizione dei luoghi di interesse:

  • Alberobello (Patrimonio Unesco) Sembra uscito da una favola questo paese, completamente fatto di trulli per volere del conte d’Acquaviva, detto il guercio di Puglia. Queste costruzioni, uniche al mondo, rispondevano, grazie alla tecnica del muro a secco, all’esigenza di non pagare le tasse all’imperatore, potendo essere facilmente buttate giù ad ogni regia ispezione e rialzate senza l’impiego di malta.
  • Ostuni è conosciuta come “città bianca”. È un piccolo centro della Puglia in provincia di Brindisi. Dalla collina dove sorge, Ostuni domina un mare cristallino. Dicono di Ostuni che sia la “città bianca”. Perché bianco è il colore che abbaglia gli occhi quando capita di rivolgere lo sguardo a Ostuni. Un bianco accecante. Immenso. Che colora ogni muro, ogni casa, piccola o grande che sia. Ostuni città bianca, dunque. Ostuni città gioiello della Puglia. Ostuni che sorge su tre colli, a 218 metri sul livello del mare, in Puglia, provincia di Brindisi. Nella zona chiamata Alto Salento.
  • Matera Nota con gli appellativi di “Città dei Sassi” e “Città Sotterranea”, è conosciuta per gli storici rioni Sassi, che costituiscono uno dei nuclei abitativi più antichi al mondo[9][10]. I Sassi sono stati riconosciuti il 9 dicembre 1993, nell’assemblea di Cartagena de Indias (Colombia), Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, primo sito dell’Italia meridionale a ricevere tale riconoscimento.
    Cisternino (Borghi più belli d’Italia) È molto gradevole passeggiare per il suo piccolo e delizioso borgo antico, ammirare il panorama dai numerosi belvedere che si affacciano sulla valle d’Itria, mangiare nelle macellerie che cucinano la carne al fornello.
  • Monopoli Rappresenta, sull’Adriatico, uno dei porti più attivi e popolosi della regione. Il suo caratteristico centro storico di origine alto-medievale, sovrapposto ai resti di un abitato messapico fortificato già nel V secolo a.C., si affaccia sul mare circondato da alte mura.
  • Ceglie Messapica (capitale della gastronomia) Di antichissime origini messapiche, appunto, è un paese di case bianche e piazze silenziose, con un bellissimo centro storico e il suo Castello Ducale del XV secolo che domina la città. Famosa per il suo “biscotto cegliese”, il “panino cegliese” e la “coppa Messapica” (gara ciclistica).
  • Locorotondo (Borghi più belli d’Italia) L’antico nucleo, di impianto circolare, è di indubbio fascino ed attrattiva per il bianco della calce che avvolge ogni cosa e per il decoro delle stradelle gelosamente custodite dai propri abitanti. Le sue case terminano con degli inconsueti tetti aguzzi che qui vengono chiamati cummerse.
  • Martina Franca (città d’arte) Elegante cittadina adagiata su una delle ultime colline meridionali della Murgia, domina l’incantevole Valle d’Itria, splendida distesa verde biancheggiante di trulli. La maggiore attrattiva della città è senza dubbio costituita dal caratteristico centro storico, splendido esempio di arte barocca, con le sue stradine, i suoi bianchi vicoli, i palazzi signorili e le maestose e monumentali chiese.
  • Gallipoli Conosciuta come Perla dello Ionio, si trova lungo la costa occidentale del Salento, protesa sul mar Ionio, ed è divisa in due zone: il centro storico e la città nuova (borgo), collegata all’isola del borgo antico tramite un ponte in muratura secentesco.
  • Egnazia (Parco archeologico) L’ antica città messapica ci ha lasciato una chiara impronta delle sue vie, delle mura, del foro, dell’anfiteatro, delle abitazioni; nel vicino museo archeologico tutte le sculture, i monili, le monete e la ceramica qui prodotta. In estate è anche possibile assistere a manifestazioni teatrali e musicali nella suggestiva ambientazione archeologica.
  • Torre Guaceto (Oasi WWF) La Riserva Naturale dello Stato di Torre Guaceto si estende per circa 1.200 ettari presentando un fronte marino che si sviluppa per 8.000 mt.
  • Fasano (Zoo Safari) Il parco faunistico più grande d’Italia.
  • Grotte di Castellana (tra le più estese d’Italia) Le grotte di Castellana, costituiscono il più grande complesso carsico italiano mai esplorato dall’uomo. La visita si snoda lungo uno scenario affascinante per circa 3 km, tra caverne e voragini dai nomi mitologici o fantastici fino alla Grotta Bianca, definita la più bella grotta del mondo, luminosa e splendente.
  • Lecce (Capitale del Barocco meridionale) Quella che viene definita la Firenze del Sud è uno scrigno, aristocratico ed elegante, di incredibili tesori barocchi. Gli edifici, le chiese, le cappelle sono sontuose opere d’arte, costruite con una pietra povera, unica, a pietra leccese, tenera e bianca, che al contatto con l’aria assume il caldo colore dorato del sole.
  • Bari (Capoluogo di Regione e aeroporto internazionale) L’odierno centro urbano è costituito dalla città nuova (fondata nel 1813 da Gioacchino Murat) che si estende tra la ferrovia e la costa con strade a reticolo ortogonale, e dalla città vecchia (la cosìdetta bari vecchia) fra i porti nuovo e vecchio, chiusa a est dalle mura che la separano dal lungomare, con impianto urbanistico medievale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi